Scrittura Automatica


La scrittura automatica è il processo di scrittura di frasi che non arrivano dal pensiero cosciente dello scrittore. Può avvenire in stato di trance  , oppure in maniera cosciente ma senza la consapevolezza   di quello che si sta scrivendo. È stata a volte utilizzata in psicoanalisi  come possibile strumento per fare emergere conflitti inconsci  . È uno degli strumenti più importanti della tecnica di scrittura surrealista.   La scrittura è la fissazione di un significato in una forma esterna durevole, che nelle scritture alfabetiche diventa rappresentazione grafica della lingua parlata, per mezzo di un insieme di segni detti grafemi, che compongono un sistema di scrittura e di lettura. I grafemi denotano sovente suoni o gruppi di suoni. Come il linguaggio parlato, la scrittura è un modo fondamentale di comunicazione umana, ed è il mezzo finora più efficace per la conservazione e la trasmissione della memoria •Per coscienza si intende la consapevolezza che il soggetto ha di sé e del mondo esterno con cui è in rapporto, della propria identità e dell'insieme delle proprie attività interiori.     La trance è uno stato psicofisiologico caratterizzato da fenomeni quali insensibilità agli stimoli esterni, perdita o attenuazione della coscienza, dissociazione psichica, che può essere indotto mediante ipnosi o autoipnosi .  Alcune persone – sensitivi, sciamani, medium  ecc. – riescono ad ottenerlo spontaneamente.    Si usa definire "trance" in senso figurato anche lo stato di esaltazione o estasi causato da stimoli esterni quali la musica e la danza; tali stimoli, tuttavia – da soli o associati ad altri – possono produrre la trance vera e propria e tutti i fenomeni pertinenti a tale stato.  In diagnosi medica viene chiamato trance alcoolica,   lo stato di dissociazione mentale causato  da abuso di alcolici o di farmaci diversi.    •In psicologia, con il termine consapevolezza (awareness in inglese) si intende la percezione e la reazione cognitiva di una persona o un animale al verificarsi di una certa condizione o di un evento. La consapevolezza non implica necessariamente la comprensione. •Il termine subcosciente, o subconscio (lett. sotto la coscienza), viene talvolta usato in psicologia per descrivere "qualunque contenuto della mente esistente o operante al di fuori della coscienza".        Il surrealismo è quindi un automatismo psichico, ovvero quel processo in cui l'inconscio, quella parte di noi che emerge durante i sogni, emerge anche quando siamo svegli e ci permette di associare libere parole, pensieri e immagini senza freni inibitori e scopi preordinati. 

Il primo Manifesto surrealista del 1924, definì così il surrealismo:


« Automatismo psichico puro, attraverso il quale ci si propone di esprimere, con le parole o la scrittura o in altro modo, il reale funzionamento del pensiero. •Comando del pensiero, in assenza di qualsiasi controllo esercitato dalla ragione, al di fuori di ogni preoccupazione estetica e morale. »