Il Piccolo Popolo " Fairies"


Il mondo dei "Fairies" è molto difficile da tradurre in italiano (forse la traduzione più precisa è quella di "Piccolo Popolo"); con esso infatti si indicano collettivamente migliaia di creature fantastiche, a volte dalle caratteristiche ben diverse, che nell’immaginario collettivo dimorano nei boschi. Con la parola Fairies si può intendere una fata, un folletto ed altri numerosissimi esseri misteriosi, che possono indifferentemente far parte delle forze del Bene o del Male.

i Fairies, che vivono nel loro mondo fatato ma non disdegnano di fare incursioni nel nostro mondo, possono essere distinti in due grandi categorie o famiglie, che a seconda dei vari popoli assumono nomi diversi. Gli Scandinavi parlano di Elfi della Luce ed Elfi dell'Oscurità, mentre gli Scozzesi di Corte Benedetta e di Corte Maledetta.      La differenza principale tra queste due famiglie di Fairies consiste nel loro comportamento nei confronti degli umani e nella loro pericolosità, come del resto fanno ben intuire gli appellativi citati.

La Corte Benedetta (o Elfi della Luce) annovera tra le sue file le cosiddette forze del Bene o, comunque, tutte quelle creature che aiutano gli uomini o si limitano a far loro innocenti scherzi. Essa comprende ad esempio i famosissimi Tuatha de Danaan, le fate benigne, i folletti socievoli (come gli Sheoques), e molti altri esserini simpatici e burloni, come i Pixies e i Brownies.

La Corte Maledetta (o Elfi dell'Oscurità) incarnano, invece, le forze del Male e sono, ahimè, ben più numerosi dei rappresentanti della corte benedetta. I più temibili sono il cosiddetto Berretto Rosso, che intinge il suo cappello nel sangue umano, creature mostruose come il Nuckelavee o i Goblins e tutti i cosiddetti folletti solitari, con qualche eccezione.

Fate e folletti, elfi e gnomi, allietano da sempre i sogni dei bambini nel contempo affascinando l’uomo: numerose tribù indiane degli Stati Uniti e del Canada credono nell’esistenza di “esseri minuscoli”, che abitano il nostro pianeta e si recano saltuariamente sulle rive dei laghi per procurarsi acqua. Tali luoghi sono considerati sacri dagli indiani, decisi a non violare le tradizioni altrui.


I villaggi dei Fairies si trovano celati sotto i cosiddetti "Brugh", ovvero le colline fatate. Secondo la leggenda, in Italia nei pressi della cittadina di Arona sul Lago Maggiore, si troverebbe, nascosto in una rupe, un accesso a Fairyland che si aprirebbe ogni cento anni.

Fate    Elfi  FollettiGnomi Ninfe

http://www.contatoreaccessi.com/step_3.php