Dopo un anno trascorso più a sognare il cielo che a osservarlo, a causa delle continue avverse condizioni meteo, possiamo ora sperare che febbraio ci porti delle possibilità in più, risultando di solito, almeno nel nostro paese, il mese invernale che delude meno degli altri le aspettative degli osservatori, siano essi appassionati di alta risoluzione che di cielo profondo. Le notti serene, infatti, sono discretamente numerose e si presentano tendenzialmente molto stabili anche sotto il profilo del seeing.



Per quanto riguarda l’aspetto del cielo, saranno predominanti ancora le costellazioni invernali, caratterizzate da stelle brillanti e facilmente riconoscibili: potremo osservare al meridiano il Cane Maggiore con la splendente Sirio e l’inconfondibile Orione, con l’Auriga allo zenit, facilmente riconoscibile grazie a Capella, la lucida della costellazione…

COSA OFFRE IL CIELOMercurio, torna ad apparire al tramonto per la prima parte del mese, i giorni migliori per l’osservazione saranno quelli a cavallo del 10 febbraio, mentre Venere continua a mostrarsi al meglio sempre più a lungo, nelle vesti di Vespero la stella della sera.

Marte, lentamente migliora la sua visibilità mostrandosi già verso le quattro per tutto il mattino. Segnaliamo in particolare il transito del pianeta in una zona ricca di oggetti deep sky: dal 16 al 21 febbraio passerà tra M 20 (la Trifida) e M 8, la bella

nebulosa Laguna. Giove lo rincorrerà, sempre nel cie4lo del mattino, ma ancora ben lontano dai suoi giorni migliori, seguito da Saturno ma solo a fine mese.

Sottili falci di Luna e luce cinerea

l’ultimo falcetto di Luna calante prima del Novilunio e Giove di Anna Maria Catalano e Franco Traviglia

Per quanto riguarda le sottili falci di Luna l’appuntamento è al mattino tra il 19 e il 21 febbraio, e la sera, dopo il Novilunio, il 25 e il 26.

Congiunzione Luna-Giove

Era quasi una sfida questa mattina riuscire a fotografare la congiunzione tra l’ultimo falcetto di Luna calante prima del Novilunio e Giove che tornava a farsi vedere nel cielo del mattino ma si confidava in un orizzonte sgombro!


Home Page                                                                                                                                                                                                            Tratto da Internet

http://www.contatoreaccessi.com/step_3.php