La Magia delle candele e dei colori

L’uso del fuoco nelle pratiche magico religiose, è antichissimo, probabilmente all’inizio gli elementi che vennero usati furono le braci ardenti ed i falò, affiancati successivamente con il passare del tempo , dalle lucerne ad olio e le torce. Le antiche civiltà, utilizzavano l’olio come combustibile per fiaccole e lucerne che servivano a molteplici utilizzi, che spaziavano dall’illuminazione degli ambienti ai rituali sacri.

Le candele quindi arrivarono molto più tardi, ma si ritagliarono ben presto il loro posto d’onore affascinando l’uomo per diversi secoli, arrivando fino al giorno d’oggi. L’uomo moderno nel pieno dell’ era tecnologica continua ad essere affascinato dalla “semplice” e “misteriosa” bellezza delle candele.

Si utilizzano le candele durante le feste ( compleanni, ricorrenze ecc.), per illuminazione all’aperto, per rendere più calda ed accogliente l’atmosfera della propria abitazione.

Le candele si sono “imposte” come uno strumento molto importante nella ritualistica religiosa e magica.

Solitamente effettuare rituali con le candele è una pratica relativamente semplice e molto efficace. Sono strumenti, canali, simboli utilizzati con un preciso intento, e significato in stretto collegamento con i colori delle stesse candele.

La candela rappresenta l’elemento fuoco, ma in realtà in una candela accesa vengono simbolicamente ,e non solo, rappresentati tutti e quattro gli Elementi:

La fiamma che brucia rappresenta il Fuoco; il fumo e l’aria calda messa in movimento dalla fiamma rappresentano l’Aria, la cera liquida intorno allo stoppino rappresenta l’Acqua, ed il corpo solido della cera, rappresenta la Terra.

La magia delle candele, sarà ancor più efficace e finalizzata considerando le corrispondenze magiche e cromatiche elementari. Difatti in base al colore di cui è costituita, il suo significato varia considerevolmente fino al punto in cui la scelta di una specifica candela viene fatta soprattutto in base al suo colore. 


Sconsiglio l’accensione delle candele magiche, con dei fiammiferi onde evitare possibili inconvenienti causati dallo zolfo contenuto nella testa dei fiammiferi, poiché questo materiale è in relazione con energie appartenenti ad entità negative. E’ possibile usare un accendino bianco (del tipo usa e getta), appositi bastoncini cerati, una candela bianca o di cera grezza d’api. La candela da destinare all’accensione delle candele rituali ha e deve avere solo questa funzione.

Per spegnere la fiamma della candela, useremo le dita oppure un pratico spegni candela o smoccolatoio. Non si soffia sulla candela.

Spegnere il fuoco con il nostro soffio è solo in alcuni casi specifici, ritualmente corretto. Soffiare sulla candela significa allontanare, annullare il potere del fuoco/luce della fiamma. 


I Colori

I colori hanno un’importanza primaria nella magia, sono al tempo stesso simboli e fonti irradianti di energia. Ogni colore possiede un legame con le energie astrali dei Pianeti, delle Divinità, degli Elementi, ed i giorni settimana. I colori ne incarnano le specifiche qualità, vibrando su determinate lunghezze d’onda, che si collocano in sintonia con le vibrazioni energetiche corrispondenti alle Forze o Poteri superiori chiamati.

I colori principali da usare sono quelli naturali dello spettro luminoso, dell’arcobaleno, a cui aggiungiamo, ai due estremi, il nero ed il bianco.

- Nero -

Il nero è assenza di colore, non emette radiazioni ma le assorbe allo stesso modo di un buco nero che assorbe la luce. È il colore simbolo della fecondità incondizionata, assoluta, intesa come potenziale, come sorgente primordiale della vita, il cui sviluppo naturale è il verde come fecondità rigogliosa. È il simbolo dell'Unità Primordiale, dove tutto era essenza, forza potenziale ed eguaglianza. Il colore nero rappresenta la realizzazione totale e l'Assoluto, è il potenziale. Il nero è il niente ed il tutto contemporaneamente, è un colore spugna, nel senso che assorbe tutto indipendentemente che sia esso positivo o negativo.

 Astralmente è associato a Saturno - giorno Sabato

- Rosso

Simbolo della vita, dell'energia, del coraggio, della passione, è associato a Marte (il Dio della forza combattiva) ed al sangue, che è posto sotto il suo dominio, corrisponde al 1° Chakra. Il rosso è un colore molto forte, è energia vitale, è caldo, associato alla combattività, al fuoco, alla vitalità, alle battaglie, alle scariche di adrenalina; ed è legato all'attività ghiandolare e nervosa e quindi ha un significato inerente l'impulso del desiderio nelle sue molteplici forme. 

Associato al giorno Martedì

 - Arancio 

Colore tiepido, molto utile nei casi di depressione , dona vitalità, senza avere la forza violenta del rosso. Nei casi di tristezza e depressione aiuta ad uscirne. È posto sotto l influenza planetaria di Mercurio e corrisponde al 2° Chakra  

Associato ai giorno Martedì e Domenica

- Giallo

Colore caldo che viene associato al Sole ed al 3° Chakra, al mercoledì e a Mercurio; è indossato da chi vuole farsi notare e dopo il rosso è il colore energeticamente più forte. Simbolo della luce e del potere della mente, incrementa la lucidità mentale, stimola l'intelletto, l'immaginazione, il fascino, la persuasione. Infonde un effetto di luce, allegria e ottimismo, a causa delle sue qualità di brillantezza e riflessività. Rappresenta l'affetto disinibito, l'apertura mentale, il rilassamento (a livello psicologico rilassarsi significa riuscire ad abbandonare problemi, fastidi, restrizioni), il mutamento, la distensione.

E' legato al sistema nervoso del simpatico e parasimpatico e al plesso solare. 

Associato al giorno: Domenica

- Verde

Il verde è un colore magico e mistico di grande importanza, è la linfa vitale che corrisponde al rinnovamento, al nutrimento, all’energia della natura, legato ai cicli vegetali e stagionali ed alla Dea Madre. Il verde è uno dei colori di Venere , simbolo di fertilità e crescita .Ha un'azione riequilibrante sul sistema nervoso psichico e fisico. È associato al 4° Chakra. Si tratta di un colore freddo ed è poco adatto alle persone depresse; inoltre aiuta nella rigenerazione delle ferite.

Associato ai giorni: Venerdì e Giovedì

- Azzurro

Colore legato al cielo, per molte culture è il simbolo di quelle divinità solitamente associate al cielo. È rilassante, purificante, indicato per meditare, simbolo della pace e dello spirito.  Inserire l’azzurro in un ambiente induce serenità interiore, calma il respiro e le emozioni intense, favorisce i sogni.  Colore della conoscenza, della saggezza, dell'ispirazione, per allontanare ogni forma di male. Facilita la concentrazione e la meditazione, esercita un ruolo catalizzatore per le emozioni positive, in particolare riguardo all’amore, l’amicizia, la stima. Favorisce le riconciliazioni e la stabilità nelle relazioni o legami affettivi importanti; favorisce la pace e la tranquillità nella vita domestica. Nettuno è il pianeta astralmente corrispondente all’azzurro.

Associato al giorno: Giovedì

- Blu, indaco

Associato a Giove, ed al 6° Chakra, rappresenta il cielo illuminato dalla notte stellata, gli oceani. Le profondità oceaniche che il colore rappresenta corrispondono nell’essere umano alle profondità della nostra psiche.Il blu è l’universo che si manifesta, mentre il nero è l’universo non ancora manifestatosi.

Aiuta ad oltrepassare la soglia della materialità quando si pratica la meditazione, Il blu favorisce la comunicazione e la presenza astrale.

Il blu rappresenta il colore dell'Anima, l'acqua calma e profonda, la lealtà, la profondità dei sentimenti, la conoscenza, la Dea delle acque, l'acutezza meditativa. Comunica una sensazione di completa calma, pace, eternità, serenità, quiete, armonia, sicurezza e unione, gioia e piacere di vivere.

Associato al giorno Giovedì

- Viola

Colore mistico per eccellenza, ed associato al 7° Chakra, porta inesorabilmente alla crescita spirituale; il viola porta a riflettere è utilizzato per liberare la mente e nella meditazione profonda, e per ritrovare serenità ed equilibrio interiore, per la proiezione astrale.

Solitamente una persona che ha paura ( o che semplicemente non vuole), di una crescita spirituale mal sopporta di indossare qualcosa di viola. E' l'unione mistica, la fusione tra la percezione e la materia , il pensiero e lo spirito, l'idea e la sua realizzazione.

Colore che dona poteri superiori, e colore degli occultisti.

Con questo colore si rischia di distaccarsi troppo dalla realtà, e perderne il senso, il suo abuso produce malinconia, tristezza, letargia. Per riconnetterci possiamo usare del rosso o del marrone, in quanto sono dei colori molto poco spirituali , più materiali. Il viola é il vero colore dell' energia. E' utilizzato per richiedere energia e potere, costruendo ed espandendo la forza interiore o attraverso mezzi spirituali. E' anche colore protettivo. Utilizzato con altri colori energetici rende tutto possibile.

Associato al giorno: Mercoledì

- Bianco 

Colore attribuito alla Luna. Serve a purificare gli ambienti e le persone dalle negatività, od anche per ripristinare l’armonia dopo un litigio.

Colore della purezza e dell’innocenza, simbolo della luce e della luce spirituale, viene anche usato per “illuminare” una situazione oscura.

Associato a tutti i giorni della settimana 



E' in preparazione il Seminario: Energia del Fuoco (mese di Gennaio).