L'elfo (probabilmente dal norreno alf[a]r) è un essere appartenente alla mitologia nordica. Gli elfi sono simboli delle forze dell'aria, del fuoco, della terra, dell' acqua   e dei  fenomeni atmosferici in generale.La grande famiglia degli Elfi comprende spiriti dalle sembianze simili a quelle dell’uomo e sono a metà strada tra gli dei e gli uomini. Generalmente immortali gli Elfi non sono sempre di bell’aspetto e dotati di sconfinata bontà ma a volte si presentano anche dispettosi, cattivi e grotteschi. Prevedono il futuro e controllano le arti magiche, abitano la luce e l’aria ma li possiamo trovare anche nei boccioli dei fiori, sulle piante e nell’acqua. Amano la musica, il canto e la danza.Gli Elfi di AshGrove di origine britannica e gliEllyllon di origine gallese sono altri tipi di elfi.  

Essi sono simili agli  umani , alti e magri, ma forti e velocissimi, volto pulito, sereno, orecchie   leggermente a punta. Sono descritti con una vista acutissima e un  udito  molto sensibile. Non hanno barba, hanno  capelli  biondi o argentei e occhi   brillanti capaci di penetrare la persona fino a conoscerne i pensieri e sono dotati di telepatia.  Hanno voce splendida e chiara. Sono intelligenti ed armoniosi, con grande rispetto per i quattro elementi e per la natura.Talvolta alcuni possono essere capricciosi e talvolta benevoli con l'uomo che li rispetta, possono donare oggetti magici a coloro che sono puri di cuore e spirito e che desiderano aiutare. Sanno forgiare spade e metalli e hanno conoscenze di magia. In origine gli elfi sono forse stati concepiti come anime di defunti, poi furono venerati anche come potenze che favorivano la fecondità. Di qui la distinzione, nella mitologia norrena, fra Døkkálfar, "elfi delle tenebre", e Liósálfar, "elfi della luce".

Abitano principalmente sugli alberi o in alcune foreste nascoste. Non danneggiano mai e in nessun modo la natura perché per loro è parte essenziale della loro vita ed esistenza. Nutrono una grande considerazione per la natura, concepita come una entità, un grande spirito eterico, madre di tutti gli esseri.

Essi riescono a camminare senza lasciare tracce, sono immuni da malattie e resistono a temperature estreme. Gli elfi hanno vita lunga e invecchiano senza che la loro bellezza venga intaccata dal tempo. In linea di principio sono immortali ma non sono invulnerabili alle ferite di spade, frecce e ai veleni e possono quindi venire uccisi.

Gli elfi non posseggono solo aspetti positivi:

molteplici sono le leggende legate a questo essere che narrano delle azioni malvagie da loro compiute nei confronti degli uomini, dei quali di tanto in tanto rapiscono i bambini. Gli elfi sono inquadrati in una rigida gerarchia al capo della quale stanno le regine e i re delle colline delle fate, riconoscibili perché spesso ricoperti da un fresco manto di biancospini. Shakespeare nei suoi pezzi teatrali ha parlato molto spesso degli elfi, per esempio nella commedia Sogno di una notte di mezza estate

In Sicilia nel contesto delle donas de fuera (streghe dalle sembianze di fate) sono presenti gli elfi, unica presenza in Italia e in Europa meridionale che accomuna la Sicilia al folclore e alla mitologia nordica delle isole britanniche.

http://www.contatoreaccessi.com/step_3.php