Nel Novembre 2010  ho iniziato  ad avere i primi contatti e, sinceramente all’epoca,   non riuscivo  a capire da parte di chi arrivavano essendo io una sensitiva e con i miei spiriti la comunicazione era completamente diversa, o in scrittura automatica o in veggenza.

Come ho detto, i contatti erano  diversi,  con una forte pressione sulla testa e dei fischi alle orecchie che mi creavano e mi creano ancora dei problemi…dopo di che vengono percepiti un contatto molto forte, un’energia pesante ed una comunicazione telepatica…il che non ha reso questo un  periodo molto sereno arrivando a poco a poco

a distinguere la differenza di  contatto tra i miei spiriti e  gli extraterrestri.

Il loro primo messaggio:”….devi  creare un gruppo di 7 persone tra quelle che ti stanno accanto.      Attenzione che questo gruppo deve essere in sintonia con  noi e non lasciarsi prendere né dall’ego né tantomeno dal danaro e soprattutto non si devono circuire le persone…ognuno deve essere arbitro della propria vita e del proprio pensiero…”         Sinceramente questo mi ha portato  parecchia  confusione in quanto nel cerchio delle mie amicizie c’erano molte perone che si interessavano agli ufo…pero’  non so  perché percepivo che questo gruppo non doveva interessarsi solamente di Ufo e  di extraterrestri ma c’era una finalità ben diversa, che al momento non riuscivo a mettere a fuoco.

Come consigliato,  ho iniziato a passare la voce  tanto che diverse persone si sono unite a noi  ed abbiamo iniziato sotto la loro guida a fare un percorso…  Tutto e’ andato bene fin tanto che non hanno iniziato a chiedermi di far  fare al gruppo un certo tipo di percorso spirituale e purtroppo su questo diversi non erano d’accordo e  si sono allontanati.

Nelle mie conversazioni telepatiche mi dicevano di stare attenta a cercare di ben capire la psicologia di chi avevo accanto perché che il  gruppo da creare doveva essere  soprattutto  un gruppo con finalità positive.

Infatti  il Loro messaggio era di percorrere un tipo di percorso  spirituale, con meditazioni con i Maestri Ascesi  (Maestri di luce) e visualizzazioni che alle volte mi portavano  fuori del seminato…soprattutto sottolineavano di fare attenzione  all’ego,  di non allontanarsi dall’umiltà e tutto ciò era difficile perché sono un’umana  con i miei difetti e i miei limiti.

Questo è stato l’inizio del cammino:  ho creato un gruppo, persone che si sono avvicinate, altre che si sono allontanate..ma molte sono state allontanate dai Maestri stessi.      Ascoltando con attenzione le comunicazioni  e le  incorporazioni che avvenivano ( si susseguivano sempre più spesso) i Maestri Ascesi si sono fatti sentire e piu’ che alto   mi hanno indicato il percorso spirituale da seguire.

Comunque,   tra problematiche e  sacrifici,  sto portando avanti questo compito  e sotto la guida dei Maestri  mi sto arricchendo spiritualmente e riesco a trasmettere cio’ che mi comunicano a  tutto al gruppo.       Perciò il percorso intrapreso arricchisce il nostro cuore e fa allontanare il nostro l’ego.       Nel nostro cammino abbiamo conosciuto il pensiero di ASHTAR SHERAN nei nostri confronti  poiche’  lui,  diverse volte,  si mette in contatto  direttamente con noi ma chi ci aiuta nel percorso e ci trasmette i messaggi è un Maestro  che si trova adesso nella sfera dei MESSAGERI di  LUCE e che  - di nazionalità  Indiana  ha ricevuto il nuovo   nome di SERAMUS dagli UFONI .

I Loro messaggi, come già detto,  mi creavano confusione:   molte volte  mi sono ritrovata a parlare da sola:” ma è verità ciò che mi sta accadendo o no? Sono loro che mi parlano oppure è una mia suggestione o un voler poter comunicare sempre  più in profondità?..non potevo parlare con nessuno, non mi davano l’autorizzazione..  ma, a dire il vero,  con qualcuno ho parlato ma purtroppo non potevo dare tante informazioni.

E ciò mi creava grossi problemi  verso le persone che volevano avvicinarsi,   e chiedevano – giustamente – spiegazioni che purtroppo non potevo dare,  anche perché non sapevo.    

Una sera che ero giù di energia,  ho chiesto aiuto a Loro, ma soprattutt,  che mi dessero  un segno che tutto ciò che mi stava succedendo aveva un nesso..cioè chiedevo FATEVI VEDERE.

Ad Aprile 2011 iniziano a comunicare, mi dicono di prendere la macchina fotografica ed iniziare  a scattare.      Sinceramente ho iniziato a fotografare un po’  da tutte le parti di fronte a me ed ai due lati anche se era buio pesto e non vedevo nulla.       Ho cercato di fotografare “l’oggetto?” ma io non lo vedevo… era tutto buio, una classica notte con stelle e “buio”  soprattutto sul display della macchina fotografica.        Rientro in casa e   visualizzo le foto:  mai visto nulla di simile… è un avvenimento megagalattico per me… sono dei normalissimi  Orbs o  granelli di polvere?    Forse nulla mi dico ma,  mentre guardo le altre fotouna voce mi dice “vedi che ci siamo ?”

Tutto ciò mi da una carica nuova, fiducia nel cammino che sto percorrendo e torno sul balcone per fotografare  nuovamente e con mio stupore vedo scendere dal cielo una grande sfera luminosa…, non mi chiedete ma non so come sono riuscita a fotografarla.       Altre volte sono riuscita a vedere ad occhio nudo le sfere, oggetti.      Da quell’epoca, il mio cammino continua tra alti e bassi anche con fatica, perche’ alle volte non era facile  capire cosa volessero  realmente  da me.