I TRONI, le energie di Saturno: aiutano a garire e svolgere il karma, a compiere il dharma, ad affrontare le prove della vita traendone un insegnamento.

Questa categoria è una delle più conosciute perché se ne parla nella tradizione cristiana, nei testi biblici, nella liturgia. I Troni, come abbiamo detto sono legati a Saturno. Sappiamo che Saturno è generalmente mal visto in astrologia. Nel Medio Evo si diceva che Saturno fosse il 'Grande Malefico', poiché è il pianeta che ci 

mette a confronto con le prove della vita. E' il pianeta che ci fa prendere coscienza del fatto che abbiamo un compito ben preciso che gli orientali chiamano Karma, cioè un insegnamento da comprendere in funzione di ciò che abbiamo vissuto interiormente e di ciò che ci prepariamo a vivere nel futuro. 
I Troni ci insegnano a comprendere le lezioni da trarre dalle esperienze della vita, a saper afferrare il significato delle prove che concernono l'esistenza. Il nostro cammino spirituale consiste fondamentalmente nel considerare il pianeta terra come un "Pianeta-scuola", dunque ogni esperienza è portatrice di qualche cosa che dobbiamo imparare a sviluppare. Sono dunque i Troni che ci aiutano nei momenti difficili a comprendere il significato degli avvenimenti; li invochiamo pertanto solo a questo scopo.

I CHERUBINI, le energie di Urano: ci aiutano ad andare oltre l'ego verso la coscienza universale.

Anch'essi sono ben conosciuti, li incontriamo nei testi biblici come guardiani dell'Arca dell'Alleanza e guardiani della porta del Paradiso. Sono esseri associati al mondo divino, alla saggezza ed all'amore divino.
Il ruolo dei Cherubini è di farci partecipare ad una coscienza più universale, al principio dell'amore-

saggezza. I Cherubini ci aiutano a prendere coscienza di questa realtà trascendente, di questa realtà dello spirito e a concretizzare questo spirito nella vita quotidiana. I Cherubini ci insegnano a vivere la spiritualità nel quotidiano, ad integrare tutte le energie spirituali nel contesto materiale di tutti i giorni. 

I SERAFINI

Il nome Serafino è in se stesso evocatore, dato che viene dal termine "Seraf" il cui significato è bruciante, incendiato. infatti sono le Energie che ci comunicano il fuoco. Sono le Entità più lontane dall'uomo ma allo stesso le più vicine alla Sorgente Cosmica, le più vicine alla Divinità e sono i portatori di Luce.
Sono coloro che ci illuminano e ci portano il fuoco che 

permette una purificazione integrale del nostro essere. 
Evocheremo questi Esseri essenzialmente a questo scopo: risvegliare in noi una qualità, una capacità superiori e successivamente purificare in noi tutte le istanze personali perché questa qualità possa pienamente esprimersi. 
Essi ci permettono di sviluppare le nostre potenzialità latenti ed inoltre ci aiutano ad esprimerle meglio dandoci una visione globale del senso, dello scopo della nostra vita, perché ci troviamo sulla Terra, e qual è lo scopo della nostra esistenza, il senso della nostra vita. I Serafini sono entità con cui lavoriamo per prendere coscienza in modo più preciso del ruolo che noi giochiamo sul pianeta Terra. 

Gli Angeli non hanno un involucro materiale come noi, ma sono occhi che vedono, mani che toccano, cuori che amano    “Ecco io mando un angelo davanti a te”, dice il Signore a Mosè, “per custodirti sul cammino e per condurti nel luogo che  ho preparato…”   In un brano della lettura ai Colossei (Dignità di Cristo), possiamo leggere che il Signore è l’immagine del Dio invisibile. Il primogenitori tutta la creazione, generato prima di ogni creatura, poiché per mezzo di lui sono state create tutte le cose, quelle nei cieli e quelle sulla terra, quelle visibili e quelle invisibili.



tratto da internet      home