Benvenuti nel nostro sito!

Pensando a Te, associazione e sito dedicato a mio padre Giuseppe, un Angelo speciale…..

 è un ringraziamento doveroso a te perché anni fa mi hai ridato la vita, la gioia di vivere, di ricominciare e  di girare pagina.   Tu mi hai sempre amata e questo amore Ti ha riportato da me per aiutarmi ad affrontare tutte le prove che in quei momenti dovevo superare, prove dure che mi hanno segnato molto, soprattutto, per le decisioni non facili che ho dovuto prendere, ma con il Tuo appoggio e la Tua vicinanza sono riuscita a superarle. Mi hai preso per mano come quando ero piccola e mi hai insegnato di nuovo a camminare, solo, questa volta, con maggiore stima in me stessa.   Voglia di ricominciare, voglia  di tirare fuori da me tutto il mio “Io”, la mia forza, la mia personalità …… (vai )

Nell’95-96 decisi di intraprendere questa avventura per ringraziare chi mi è stato accanto in questi anni  aiutandomi energeticamente e dandomi tutto l’affetto fin dall’inizio.

Le attività che si potranno seguire  presso l’associazione  sono varie come per esempio il nostro percorso spirituale guidato dai Maestri, le meditazioni sviluppate sotto dettatura dalla Guida Spirituale dell’associazione , usufruire del riequilibrio energetico tramite pranoterapia, campane tibetane e fiori di Bach.    

Nella sezione divinazioni ci saranno l’astrologia,la  lettura tarocchi, la scrittura automatica, la lettura dei fondi del caffè e tante altre cose che potrete scoprire visitando le pagine. Piano piano si organizzeranno corsi, conferenze  online o in presenza.

Spero di non avevi annoiato, ma ho voluto farvi un piccolo riassunto per farvi capire  di cosa tratta la mia associazione.

Fatemi sapere se tutto è chiaro e se vi piace.

“Se siete in difficoltà, quella mano che noi vi tendiamo , afferratela ed accettate tutte le prove e tutti i sacrifici che comporta, non lasciatevi sfuggire questa opportunità: può essere la rivincita su voi stessi.” 

Buona Vita a tutti 

Ariella


Ariella Novato  cell.3474867118

presidente dell’associazione culturale "Pensando a Te"

responsabile del Centro Ufologico Trieste

www.centroufologicotrieste.com   





“Pomeriggio dedicato alla medianicità”​

29 gennaio 2022 ore 15

Incontro su prenotazione -   muniti di Green Pass e mascherina​

Sarà richiesto un contributo associative di Euro 5,00

***************

  • In questo percorso cercheremo di capire  se siamo sensitivi o medium. ​

  • Se possiamo sviluppare il nostro sapere, la nostra conoscenza, ma soprattutto a capire se realmente dentro di noi c'è quella spiritualità che può portarci a livelli superiori. O sennò ne siamo già in possesso, Ma soprattutto se siamo degni di poter accedere al mondo dell'invisibile, nel rispetto verso noi stessi, verso gli altri, capire, conoscere chi ci sta accanto come spirito guida Angelo guida che ci insegna che ci segue giornalmente. 

  • Ora per ora, minuto per minuto..........



I 3 “Giorni della Merla“, il 29, 30 e 31 gennaio, secondo la tradizione popolare, dovrebbero essere i più freddi dell’anno.
Periodo atteso con speranza dai freddofili, temuto da altri, ogni anno ci si chiede se la tradizione verrà rispettata: difficile stabilirlo con esattezza a priori, perché ciò dipende da ogni singola località. Il picco di freddo non è uguale nelle varie regioni d’Italia e ciò dipende dalle peculiarità climatiche, in parte dal soleggiamento, dall’inerzia termica del mare e dalla traiettoria delle irruzioni fredde, solite verificarsi durante il trimestre invernale.

Un’altra leggenda, avente anch’essa per protagonista una merla, spiega l’origine della locuzione “giorni della merla” come se si trattasse di una favola. I suoi personaggi sono una merla completamente bianca e la personificazione di gennaio, freddo e gelido. Gennaio era un mese un po’ dispettoso, che si divertiva a ricoprire il terreno di neve e gelo, non appena la merla si decideva a mettere il becco fuori dalla tana per procacciarsi del cibo. Stufa di questi scherzi, un anno la merla decise di raccogliere molto cibo, in modo da resistere per un mese intero chiusa nella sua tana. Gennaio, allora, che fino a quel momento durava solo 28 giorni, si indispettì e, per punire la merla, aggiunse 3 giorni al suo mese e fece scendere sulla terra il freddo, accompagnato da neve e vento. Presa alla sprovvista, la merla si trovò un rifugio di fortuna in un camino e, terminati i tre giorni, uscì tutta nera, segnando così il futuro piumaggio degli esemplari della sua specie.

Un proverbio bolognese dice: “Quando canta il merlo, siamo fuori dall’inverno”;



Pensando a Te  -  
Trieste - Via Mazzini n. 30  cell. +39 3474867118 - tel. 040 2652816 (segreteria)  C.F. 90151110328

Web Master: Ariella Novato  e-mail: pensandoate50@gmail.com    filmati Francesco Martinuzzi

Immagini ed alcuni testi sono tratti da internet  su richiesta saranno rimosse quanto prima.

iI sito è protetto da Copyraid 2024